Museo della marineria a Cesenatico, viaggio alla scoperta della storia nautica

Ospitato per metà da un grande padiglione e per metà direttamente dal mare, il Museo della Marineria a Cesenatico è una suggestiva immersione nella storia antica dei padroni del mare.

museo-marineria-cesenatico-
Usciti dal proprio hotel a Cesenatico la prima tappa è la sezione a terra, il cui enorme padiglione ospita due imbarcazioni regine della saga adriatica sul mare: un Trabaccolo, caratterizzato dalla somiglianza a un più grande veliero, quasi in scala, e un Bragozzo, piccola nave che all’epoca era utilizzata per la pesca.
Visioni sospese in grandi teche di vetro che si estendono in altezza per due piani, tanto che salendo al secondo è possibile osservare da vicino le rifiniture della vela.
Sempre nella parte a terra, poi, ampio risalto è dato all’evoluzione dei mezzi nautici minori, compresa quella dei microscopici meccanismi di navigazione, ed è presente persino una sala in cui cimentarsi da novelli marinai con i porto-canale-leonardescofamigerati nodi e le manovre di guida.

Di maggiore impatto visivo è invece la parte galleggiante del museo, ospitata dal Porto Canale Leonardesco, su cui scivolano leggiadre dieci imbarcazioni fra le più colorate e caratteristiche.
Alcune riportano ancora, sulle vele, le tipiche decorazioni originali: ne è esempio quella del trabaccolo da pesca, che ricorda un paio d’occhi, motivo propiziatorio usato spesso dai pescatori dell’epoca.
Alcuni di questi tesori del mare sono ancora peraltro perfettamente naviganti, e perciò possono testimoniare molto più che la semplice architettura delle prime barche adriatiche ma anche, e soprattutto, il loro funzionamento.

Particolarmente d’effetto è, infine, visitare il Museo della Marineria a Cesenatico durante il periodo natalizio, quando queste barche riposano sull’acqua ospitando un suggestivo presepe galleggiante che le riempie di luce e di riflessi dorati.

Resta aggiornato abbonandoti al feed RSS 2.0. I commenti ed i ping non sono disponibili