All’Hotel Parco degli Aranci per visitare le grotte del Gargano

Trascorrere bellissime vacanze all’Hotel Parco degli Aranci significa immergersi in meravigliosi paesaggi e vivere entusiasmanti escursioni, alloggiando in uno dei più esclusivi alberghi di Rodi Garganico.

A metà strada tra Rodi Garganico e San Menaio, questo accogliente hotel sul Garagano è un luogo perfetto per chi vuole trascorrere le giornate tra sole, mare e tranquillità rimanendo colpiti dai meravigliosi panorami che lo circondano.

Tra le offerte di hotel del Gargano, quelle che l’Hotel Parco degli Aranci mette a disposizione del cliente si distinguono per la qualità dei servizi inclusi. Una piscina con solarium situata in una confortevole posizione, vi permette di rilassarvi sotto il sole, e un campo da tennis arricchirà di divertimento la vostra vacanza.
Inoltre camere climatizzate dotate di televisione e balconi con vista mare, renderanno romantico ogni singolo momento.

A pochi passi dall’Hotel Parco degli Aranci raggiungerete il meraviglioso porto dove ogni giorno diverse imbarcazioni lasciano gli ormeggi per accompagnare i turisti nella spettacolare visita delle 8 suggestive grotte del Gargano.

Vi porteranno a conoscere la fantastica Grotta dei Contrabbandieri, caratterizzata da un piccolo cunicolo che porta ad un’uscita secondaria facilitando, secondo antiche leggende, la fuga ai contrabbandieri e la Grotta Campana, alta 47 metri, chiamata così per la sua peculiare forma campanulare.

Poi, proseguendo il viaggio resterete ammaliati dalla  Grotta delle rondini, con all’ interno  splendidi volatili e successivamente alla Grotta sfondata, priva della parte superiore.

Terminerete con la visita alla Grotta Smeralda, famosa per i suoi effetti di luce creati dal riverbero del mare, la Grotta due occhi, caratterizzata da due fori scavati nella roccia, la Grotta dei Pomodori in cui troverete tanti molluschi rossi aggrappati alle pareti ed infine verrete accompagnati alla Grotta delle Sirene un tempo dimora di bellissime creature, come ricordano antichi racconti popolari.

Resta aggiornato abbonandoti al feed RSS 2.0. I commenti ed i ping non sono disponibili